catalizzatore di idee eco-innovative
e bio-ispirate

versione beta

Login

16/11/2014

Tra il dire e il fare | Seminario ADI

di Biodesart

Tra il dire e il fare. 

Il design come leva strategica dello sviluppo di un territorio.

A Lecce un seminario dedicato al design come fattore dello sviluppo del territorio.

20 -22 novembre 2014
MUST, Ex Monastero di Santa Chiara – Via degli Ammirati 11, Lecce
La giornata del 20 Novembre è organizzata in collaborazione con l’Ordine Architetti di Lecce.

Designer, architetti, ricercatori, imprenditori si danno qui occasione di riflettere, analizzare, valutare e condividere il modello di disegno industriale che vorrebbero, caratterizzato dalla sostenibilità diffusa e da una dimensione europea dimensione europea.

Un modello che parte da buone pratiche locali e regionali (dopo l’”Europa delle regioni” il “design delle regioni”) per divenire modello riconosciuto a livello comunitario, liberando la professione dall’accademia e dalle tendenze effimere che ne ha caratterizzato per decenni la prospettiva. “La vera innovazione”, dicono gli organizzatori, “nasce dalla contaminazione dei popoli e delle discipline: è un’innovazione totalmente accessibile, socialmente corretta, sostenibile dal punto di vista ambientale e delle risorse.”

Per questo l’obiettivo per gli architetti e per i designer, ma anche per gli amministratori e per gli imprenditori – è reinventare il territorio anche attraverso il design, non come modello da esportare in regioni che cercano ancora una convergenza progettuale ed economica, ma come base per lo studio e l’implementazione di un modello culturale ed economico in grado di reinventare la società.

Il seminario si svolge in coincidenza con la riunione del Consiglio Direttivo Nazionale di ADI, che vede per la prima volta il principale organo direttivo della maggiore associazione del design italiano riunito nella città pugliese. È promosso, con ADI Puglia e Basilicata, da Regione Puglia, Comune di Lecce, MUST,Ordine degli Architetti Lecce, Union Camere Puglia, Confindustria Puglia, CETMA.

Tra gli interventi previsti quelli di Loredana Capone, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia; di Paolo Perrone, Sindaco di Lecce, e di Nicola  Elia, Direttore del MUST, il Museo Storico della città di Lecce che ospita il seminario, e Massimo Crusi, Architetto e Presidente dell’Ordine di Lecce.Per ADI intervengono ai lavori il Presidente Luciano GalimbertiGianluca Ciullo, Presidente di ADI Puglia e Basilicata; Roberto Marcatti, Docente del Politecnico di Milano e Curatore del Progetto H2O.

il programma del seminario


Parlare di  “design” nell’unico suo vero senso:  cultura e metodo di progetto per riconoscerne la  forza trasversale, la sua natura di strumento strategico da applicare oggi non più solo al prodotto, al fashion o alla comunicazione ma essenzialmente ai servizi e ai sistemi.
Un design dunque per il territorio fino alle nuove frontiere del sociale e dell’ambiente.Un design protagonista, ma soprattutto risorsa pubblica e privata, locale e globale destinata ad essere scenario tipico del Design Strategico e Sistemico.
Ecco perché “Tra il dire e il fare”, il seminario rivolto a tutti i protagonisti del progetto, architetti, designer, grafici, esperti di visual communication e imprenditori,   nasce dalla volontà di costruire uno scambio culturale italiano,  con un focus particolare  al territorio pugliese.
Un incontro che possa costruire un ponte  per  dialogare attraverso le diverse realtà culturali italiane, svelarne i punti in comune, ognuno con le proprie peculiarità, ridisegnando così una necessaria e nuova geografia relazionale.
Un incontro  che deve creare una relazione duratura e concreta tra cultura ed economia,  tra materiali e processi produttivi diversi.
Un incontro che possa dare spazio e visibilità alle eccellenze del territorio pugliese anche  in ambito enogastronomico e di ospitalità, un luogo dove convergono le realtà economiche e culturali più attive e dinamiche della Puglia.
Un’occasione per incontrarsi e confrontarsi.
Viviamo in un mondo per lo più artificiale  e stiamo  uccidendo l’utopia.
Oggi, anche l’impensabile viene messo in produzione il giorno dopo, oggi ci illudiamo  che la fantasia non abbia limiti e invece la fantasia è morta, sepolta sotto gigabyte di informazioni che riempiono le nostre memorie con dati che crediamo di scegliere facendo solo un copia-incolla.
E’ ora di passare dal culto del solo parlare di design, alle realtà produttive più innovative e tecnologiche  che lavorano con   prodotti locali di memoria, confrontandosi con il mondo globale.
Dalle opinioni alla fattibilità dei progetti, tecnologici, scientifici e sostenibili.

“Un designer è un progettista con senso estetico, che lavora per la comunità”
Bruno Munari

Da:“ Parola di designer ” a cura di P. Frello e R. Marcatti – Editrice Abitare Segesta – Milano 1994

BLOG
Diventa un nostro autore

3D Delta Open. Stampante ...

18/05/2015

di Mariangela Stoppa

Biomimicry: La Natura ...

15/05/2015

di Mariangela Stoppa

Evento di presentazione ...

12/02/2015

di Biodesart

Laboratorio dal Basso ...

18/12/2014

di Biodesart

Eco-innovazione e ...

10/12/2014

di Biodesart

OpenLab | Scenari di ...

28/11/2014

di Biodesart

Openlab FASE 2 |BioDesArt ...

25/11/2014

di Biodesart

Materiali avanzati per le ...

23/11/2014

di Biodesart

Introduzione ai materiali ...

23/11/2014

di Biodesart

Circular Business Design ...

20/11/2014

di Biodesart

Prototipazione di ...

20/11/2014

di Biodesart

Tra il dire e il fare | ...

16/11/2014

di Biodesart

ParaMetro - La ...

02/11/2014

di Biodesart

Green Skin - innovativa ...

26/10/2014

di Biodesart

Acqua & Design al ...

15/09/2014

di Biodesart

Bio-light - Philips ...

14/07/2014

di Biodesart