catalizzatore di idee eco-innovative
e bio-ispirate

versione beta

Login

15/09/2014

Acqua & Design al festival di Attraversamenti

di Biodesart

Attraversamenti - Festival delle Terre al di là del mare

Ostuni, 5.6.7 Settembre 2014

Tra le numerose tematiche affrontate durante Attraversamenti, il festival della cultura contemporanea “delle terre al di là del mare” alla sua seconda edizione, BioDesArt ha seguito quella dedicata, nelle giornate del 5 e 6 settembre, alla nuova sezione design: Acqua & Design, a cura di Luca Fois presso lo Store Officine Tamborrino, sponsor tecnico del Festival.

www.attraversamentifest.it

L’appuntamento di venerdì 5 settembre si è aperto con la mostra – Acqua, Terra & Design a cura dell’ Associazione No Profit H2O nuovi scenari per la sopravvivenza in cui sono state esposte le tavole progettuali di architettura, prodotti di design e elaborati di comunicazione visiva che affrontano il tema della risorsa acqua con soluzioni collegate al territorio, all’ambiente e alla sostenibilità.

Hanno introdotto la prima delle due sessione di mappatura “Problematiche e Potenziali” la presidente dell’associazione No Profit H2O Cintya Concari e il curatore della mostra Roberto Marcatti trattando il tema dell’acqua attraverso la cultura del progetto.

Sono stati illustrati gli aspetti legati alle problematiche dello sfruttamento, l’inquinamento e il consumo di questo bene/risorsa e le possibili strategie attraverso le quali il designer torna ad assumere il suo ruolo sociale e a intervenire con un approccio etico favorendo lo sviluppo del territorio e delle sue risorse.

Spunti e riflessioni per una visione sociale del progetto come strumento strategico ce li offre, ancora oggi, l’architetto e designer Victor J. Papanek

Logo_h2o nuovi scenari per la sopravvivenza

L’Associazione H2O nuovi scenari per la sopravvivenza è vincitrice della Menzione d’Onore per il Design Sociale alla XXIII° Edizione del Compasso d’Oro a Milano e partecipa in collaborazione con il COSPE ong  di Firenze al progetto Internazionale di Cooperazione ” FAIR TRADE – FAIR PEACE ” finanziato dall’Unione Europea e dalla Regione Emilia Romagna.

www.h2omilano.org

Nelle due giornate di incontro si è indagato in modo trasversale il potenziale di questo bene/risorsa grazie al contributo e il coinvolgimento di importanti protagonisti di ambiti disciplinari differenti.

Francesco Zurlo, docente di design strategico del Politecnico di Milano, ha mostrato l’approccio del design strategico al tema dell’acqua ovvero una visione complessiva al sistema/processo dell’intera filiera partendo dall’analisi dei dati e della distribuzione della risorsa a livello globale, presentando casi studio ed esempi di interventi progettuali per capire come si muove il design in tale contesto, arrivando ad affrontare il tema sociale su un consumo responsabile della risorsa.

A seguire gli interventi di Giorgia Turchetto, esperta di marketing e comunicazione, sugli elementi acqua, cultura e creatività intesi come enzimi per la comunicazione e valorizzazione del territorio e la costruzione di esperienze per avviare processi partecipativi e dunque di innovazione sociale intorno al tema e di Federico Picone del Centro di ricerca internazionale sull’environmental design, che ha aperto delle riflessioni sul tema dell’acqua quale contesto per individuare nuove strategie e sistemi allo scopo di promuovere e mettere in connessione il capitale relazionale di ciascun territorio.

Acqua non solo come fattore generatore di capitale relazionale ma anche come opportunità per individuare e conoscere il potenziale di un territorio grazie agli strumenti della Green & Blue Economy secondo Pasquale Persico, docente di Economia e politiche per le imprese dell’Università degli Studi di Salerno. Nel suo manifesto spiega come

la green economy connessa alla blue economy, estende il suo significato e si rende protagonista della caratterizzazione delle diverse regioni ecologiche assegnando alle diverse aree una qualità specifica in termine di resilienza potenziale, dove il termine resiliente ha anche un significato relativo al valore storico e culturale della regione. Biologi, ecologi, architetti e paesaggisti, agronomi ed economisti, forestali e studiosi di discipline umanistiche devono cambiare modello di apprendimento, transitare verso l’altrove, abbandonare la visione strettamente evoluzionista ed immaginare di saper guardare oltre la siepe.

“Scenari pugliesi e Innovazioni europee” di Fabio Amati, consigliere regionale della Puglia, è stato il tema conclusivo della sessione design proposta all’interno di questa interessante piattaforma permanente di dialogo tra cultura e aziende promossa da Attraversamenti, un progetto dell’associazione culturale presentecontinuo.

 

BLOG
Diventa un nostro autore

3D Delta Open. Stampante ...

18/05/2015

di Mariangela Stoppa

Biomimicry: La Natura ...

15/05/2015

di Mariangela Stoppa

Evento di presentazione ...

12/02/2015

di Biodesart

Laboratorio dal Basso ...

18/12/2014

di Biodesart

Eco-innovazione e ...

10/12/2014

di Biodesart

OpenLab | Scenari di ...

28/11/2014

di Biodesart

Openlab FASE 2 |BioDesArt ...

25/11/2014

di Biodesart

Materiali avanzati per le ...

23/11/2014

di Biodesart

Introduzione ai materiali ...

23/11/2014

di Biodesart

Circular Business Design ...

20/11/2014

di Biodesart

Prototipazione di ...

20/11/2014

di Biodesart

Tra il dire e il fare | ...

16/11/2014

di Biodesart

ParaMetro - La ...

02/11/2014

di Biodesart

Green Skin - innovativa ...

26/10/2014

di Biodesart

Acqua & Design al ...

15/09/2014

di Biodesart

Bio-light - Philips ...

14/07/2014

di Biodesart